tecnologia

444Attualmente online
105La lettura di oggi
48Condividi oggi
Display multilingue

Dica come si sente dopo essere uscito

2018-03-18 01:36:29

Il mistero sta nel fatto che si tratta di una regione religiosa per tutti, con molte storie teologiche sulla fede. In secondo luogo, la posizione geografica superiore, il paesaggio naturale, l’infinità del fascino che molti, molti, molti, vorrebbero avere con un semplice richiamo. Anche i caporedattori sono stati spinti da questa sensazione e dal pensiero di andare, ma, onestamente, vi dico che dopo il loro viaggio i caporedattori non sono più stati per la terra dei pellegrinaggi.

Metodi/fasi
1

È bello, ma anche la strada per nascondersi è infinita. La commissione per i bilanci si è espressa a favore di un aumento degli stanziamenti di impegno per il fondo sociale e di un aumento degli stanziamenti di pagamento per il fondo regionale. Le altissime vette dei picchi, i ghiacciai ad alta quota, non sono senza i loro maestosi inverni. Ma gli arrivi, la sensazione di essere completamente privi di qualsiasi criterio di base per le città turistiche, di essere stati così a lungo aperti, di avere avuto uno sviluppo prevalentemente turistico, sono stati meno visti di quanto si potesse pensare. La gente del posto non è molto gentili con i turisti stranieri, le strade sono depresso e i turisti da soli sono liberi di viaggiare, non si consiglia di stare fuori troppo a lungo e non suscita timori e sfiducia nelle persone che li circondano.

2

Il palazzo di budara, al quale i visitatori si rivolgono, è aperto nei tempi previsti, per cui si formano lunghe code di mattina. Le procedure del palazzo di budara sono pessime e cambiano i tempi di ingresso e le sequenze in qualsiasi momento, e il personale addetto ai processi ha un atteggiamento pessimo, che può anche impredicare. All’interno del palazzo di budala, che è entrato con difficoltà, non c’è stato molto spettacolo, se non ascoltare le meravigliose storie delle guide turistiche, ma solo le persone erano schiacciate, i pellegrinaggi. A causa delle numerose regole e dei tabù che le guide turistiche avevano all’inizio, non osavamo neanche fare fotografie. Quindi molti dei sentimenti che si vogliono scrivere, anche per paura di toccare il fondo, diventano una paura.

3

Le attrazioni che visitiamo, a parte qualche miglioramento, sono luoghi dove non ci sono servizi sanitari pubblici, e in alcuni casi non si possono chiamare tali servizi perché non sono affatto igienici. Le urine che si trovano dappertutto vicino all’attrazione sono scioccanti. In questi giorni di viaggio, la cosa più temute è la convenienza di uscire. Il problema è tormentato e l’immagine del paesaggio non può essere visibilmente vissuta.

4

I pasti con la corna sono pessimi, hanno poca cucina e sono difficili da digerire, e i posti in cui portare i pasti sono umili. La guida turistica che guida costantemente i turisti lungo la strada viene per accettare le difficoltà, per soffrire e per far sì che i turisti ricevano questo trattamento speciale. È molto male sentirsi.

5

Le guide esercitano pressioni sui turisti affinché facciano acquisti, esiste una sorta di psicolo-gia d’ermatore, e le guide che non fanno acquisti mostrano uno sconcerto di fronte al loro lavoro, per cui noi siamo arrabbiati. Perché questo tipo di comportamento priva anche l’intero viaggio di un’esperienza piacevole.

Raccomandazione